OSAS

I disturbi del sonno sono molto frequenti nella popolazione generale e si stima coinvolgano nella sintomatologia il 30% della popolazione generale.

Il russamento consiste nella vibrazione del palato molle dovuta ad un passaggio turbolento dell’aria attraverso le vie aeree superiori e, anche se può essere solo fonte di “disagio sociale” per la rumorosità, è il sintomo notturno più frequente della Sindrome della Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) che si caratterizza per ripetuti episodi di ostruzione parziale e/o completa delle prime vie aeree.

I sintomi notturni che caratterizzano l’OSAS

  • russamento abituale,
  • pause respiratorie,
  • risvegli con sensazione di soffocamento,
  • sonno notturno agitato,
  • nicturia,
  • xerostomia
  • sudorazione notturna eccessiva.

I sintomi diurni che caratterizzano l’OSAS

  • eccessiva sonnolenza diurna,
  • sensazione di sonno non ristoratore,
  • cefalea,
  • deficit cognitivi 
  • in misura minore: depressione del tono dell’umore ed impotenza sessuale.

Le conseguenze più pericolose dell’OSAS sono a carico dell’apparato cardiovascolare con aumentato rischio di infarto, ictus ed ipertensione arteriosa ma anche una maggiore predisposizione al diabete. In questo studio possiamo, in un trattamento multidisciplinare, aiutarti nell’arrivare ad una diagnosi ed indirizzarti verso il trattamento più adeguato che può prevedere l’utilizzo di ventilatori meccanici (CPAP), dispositivi di tipo odontoiatrico, interventi di chirurgia otorinolaringoiatrica o maxillofacciale. La terapia odontoiatrica prescritta da un odontoiatra esperto in disturbi respiratori del sonno si può avvalere di dispositivi intraorali chiamati MAD da applicare durante il sonno con lo scopo di far avanzare la mandibola e la lingua aprendo le vie aeree ed opponendosi al loro collasso.

Vuoi maggiori informazioni
o richiedere un appuntamento?

Completa il form qui sotto: ti risponderemo nel più breve tempo possibile!





    17 − tre =