Odontoiatria Conservativa

L’odontoiatria conservativa ha lo scopo di ricostruire un dente danneggiato da una carie o una frattura, ripristinando l’estetica e una corretta masticazione. Vi si può ricorrere quando il dente non è ancora così danneggiato da dover essere estratto o devitalizzato. Solo dopo aver diagnosticato la carie o valutato l’eventuale frattura del dente, valuteremo se è possibile procedere con la terapia conservativa.

Il trattamento della carie con l’odontoiatria conservativa

La carie è un’infezione dentale che progredisce nel tempo, aggravandosi, e deve essere trattata al più presto per non arrivare a compromettere l’intero dente. Proprio per questo, è essenziale sottoporsi a visite periodiche di controllo, in modo da poter individuare la carie e intervenire con l’odontoiatria conservativa.

La terapia conservativa segue questi step:

  • Anestesia locale (non necessaria in caso di carie molto superficiali);
  • Pulizia e disinfezione accurata dell’area da trattare;
  • Rimozione del tessuto dentale danneggiato;
  • Otturazione con resine apposite, per chiudere la cavità;
  • Ricostruzione delle pareti del dente per ripristinare un’estetica piacevole.

Nel caso in cui la carie fosse molto estesa, andando ad intaccare la polpa, è necessario ricorrere al trattamento endodontico, che comporta la devitalizzazione del dente.

Vuoi maggiori informazioni
o richiedere un appuntamento?

Completa il form qui sotto: ti risponderemo nel più breve tempo possibile!